Un pò di storia...

Siamo in Via Granari, 17, nell'antico centro storico della città. 

Il nome della via deriva proprio dalla presenza intorno al 1600 di granai e depositi di farina, il più grande dei quali era alla fine della via.

Targa vecchie carceri.jpg

Dalla parte opposta invece c'era il forno della città, che serviva l'intera popolazione.  Verso la fine del 1700 questo venne trasformato nel carcere cittadino, per volere del papa Pio VI, come testimonia la targa ancora presente sull'edificio

Piantina toponomastica.jpg

In epoca pre-rinascimentale Via Granari era detta Sesta Strada, per la consuetudine di chiamare le vie a partire dalla linea del mare e di conseguenza dal Cardo Massimo.  Questa era la via principale, la Prima Strada, le altre parallele erano numerate in ordine crescente salendo verso monte. Questa denominazione è rimasta nella memoria collettiva degli abitanti della città, tanto che anche adesso spesso vengono chiamate con l'antica denominazione.